Disordine

 
 

io non mi aspetto niente: dall’alto,
dal basso, di lato o frontalmente.
qualche pensiero storto la mattina
senza lavare via gravami e pesi
dalla sagoma che sono; dopo mi accorgo
quanto la luce falsi anche i colori:
senza saperlo vesto arcobaleno
ma non ci tengo affatto a co-ordinare
abito e mente, le scarpe col dolore.
non ri-ordino la casa, non ri-faccio il letto,
mi annoio se ripeto gesti uguali:
detesto la violenza della mano
che spazza la via la polvere del tempo
senza aver prima chiesto perché è lì

 
 
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: