malumore

 

riprendo il filo di una sera stanca

attorcigliata intorno al malumore

gonfio d’aria troppo calda

 

– dispersa

nei contorni di una lunga storia

l’estraneità dei pezzi delle cose

divise tra una mano e l’altra

che neanche il ricordo ricompone –

 

collusa con il sonno – non arriva ­–

srotolo inquietudine rappresa

su capelli bagnati di sudore

 

– intanto penso domani in viaggio

non so più se avanti o indietro

se troverò ancora familiare

o ignota quell’immagine di me –

 

dall’esilio dei pensieri e d’altro

scrivo una lettera accorata

perché la notte mi rinfreschi l’aria

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: