quando l’estate

 
 

assicurarsi che la porta chiusa
non spifferi pensieri all’aldilà
e l’aria che respiro
non svapòri:
non amo cadere a precipizio
da abissi, da bordi, dal balcone

stare su piedi nudi e andare
laddove sono graffi – necessari –
quando l’estate seccherà le spighe,
il grano, i cardi: tra muscari blu
e millefoglie giallo d’achillea

 
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: