ho traslocato

 
 

ho traslocato l’anima in esilio
e i sassi
che mi porto dietro
da ripetuti danni:
macerie
già destinate alla disattenzione

come per ricomporre
l’inventario
mette in cornice pezzi di memoria
strappi nella trama
ed autoinganni.
disadattata più di quanto basta
lucida a specchio
sembianze d’irrealtà
dolore fondo:

nel disumano estraneo d’altro mondo

 
 

Annunci

2 responses to “ho traslocato

  • cristina bove

    ho traslocato anch’io e mi sono persa nei frammenti
    che però ho lasciato andare
    ora sto soltanto con i miei pensieri.

    ci sono dentro, in questi tuoi bei versi

    Mi piace

    • lallaerre

      Cristina cara, ogni trasloco è uno strappo doloroso, se poi non ci si riconosce nel luogo dove si va, allora è veramente un dolore difficile da contenere… che riusciremo a contenere, tuttavia, perché non si hanno a portata di mano (e di tempo) delle alternative praticabili. La tua lettura e la tua condivisione mi sono di conforto, così come leggere quello che tu riesci a dire nei tuoi scritti (e come lo dici) e le tue bellissime immagini.
      Un caro saluto dall’esilio
      Luciana

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: