Santa Maria del Popolo

di Giovanni Baldaccini

Sanguinante la lingua della luna
s’arrampicava ad arco cielo nero.
Agitava fazzoletti la marea;
io rimestavo spasmi.

Questo accadeva credo ieri l’altro
(non concedo ritagli alla stagione).
tranne appendici minime: momenti.
Sosto.

Penetrare sommesso.
Senza segno di croce.
E tuttavia rispetto: ospite in altra casa.
E profondo sapere.

Un universo chiuso e dispiegato
in una situazione di confine.
Sciami d’arte. Presenze.
Forme oltre la vista.

Vertigine
la vastità del tempo che racchiudi.
M’aggiravo indifeso
anima gonfia d’ansia.

Come qualcosa che si raddensava
in un sospiro lieve di richiesta.
C’era un indice teso. Una sventura
per chi è chiamato a dare una risposta.

Un silenzio che spande sospensioni
fatte d’aria di carne: nella mia.
Una voce che tace.
Tremolante la luce.

Non è dato sapere la mancanza
che pompa sangue nelle vene dure.
Finirei se ti avessi.
E tuttavia m’aggiro.

Fuori s’aggrovigliava la giornata
dentro un abisso di dimenticanza.
C’era quello che serve per svanire:
tempo mancante. Assenza.

Santa Maria aspettava. Si fa sera.
Una lieve paura.
Io non ho soluzioni: sopportare.
Dimidium animae meae senza parola.

Annunci

One response to “Santa Maria del Popolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: