Atlantico a Parigi

di Giovanni Baldaccini

Io m’inoltravo nella casa bianca
delle lenzuola del tuo letto sfatto.
Un sogno di Bretagna m’assopiva
e l’Atlantico enorme.
Tu m’avvolgevi in variopinte stuoie
e odore di caffè dalla cucina.
Dalla finestra schiusa che intravedo
vento sfiorava attimi
tra nubi brancolanti da sinistra.
Sarà la sera e forse un mormorare
di labbra assidue lievemente assorte
o il fiume che scompare mentre torna
come il tuo corpo assente: ti cercavo.
E la testa che balla
in un’ondulazione che svanisce
di una musica triste che risale
dentro i tuoi occhi atlantici
d’oceano che s’accosta.
Ti respiravo
nel mio silenzio breve.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: