Onda

(Omaggio a Neruda)

di Giovanni Baldaccini                    

 

Privo di sogni adatti
e reti per carpire
traccio circoli d’acqua
nel tuo viso incostante
femmina folta di decadente stile
fiato.
Nel tuo suono che cade
dall’orizzonte al fondo
distratto
rammendo note
lungo derive d’anni ammainati
dove si inoltra odore
d’onda fuggiasca
in cui mi spando alterno
come un’ala spezzata o una deriva
verso il lume frangente dei tuoi occhi
d’affitto
per un appuntamento speso a ore
e spiccioli di narrativa.

Annunci

3 responses to “Onda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: