ho visto

 

ho visto quant’è profondo il vuoto
l’interdetto
la vibrazione inquieta d’infrasuoni
incontenibili
parole
morte
sul nascere di un senso che non c’è.

ho visto
correre avanti e indietro
le distanze
e la mancanza
il desiderio di ritorno e di volare via
la nostalgia, ma orfana, che fabbrica
i suoi miti
immaginarsi di realtà

ho visto quant’è reale il nulla.

 

 

Annunci

3 pensieri su “ho visto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.