sante parole

sante parole, quelle rimaste in fila
tra dolori di mancanza
a rispettare il turno
per guardarsi giù da ogni fessura
fino a vedere il fondo.
in fin dei conti si tratta di una scelta
stare di qua o di là
tra le contraddizioni.
come si fa a vedere tutto rosa, per esempio,
mentre si piange il morto?
tanto più se, da vivo, il morto
non amava quel colore
nel nudo di gengive sovraesposte
sguainate a ridere
mentre si sparge il seme
dicono, del  vero sentimento
– già, il sentimento, quasi nessuno sa che cosa sia
ma se ne parla tanto.

 

2 pensieri su “sante parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.