intanto basterebbe

                                                              della serie “sproloqui”

non ho un’estetica di riferimento
per giudicare della qualità
o un’etica a sostegno
di un personale sentimento
che valuta se è giusto bello o brutto
aspettarsi il rispetto delle identità,
ho però un’ontologica avversione
per chi mi dà farina quando chiedo pane:
la sineddoche ignora la mia fame.
– tu non capisci, è linguaggio di poesia –
è vero, non capisco
quello che non risponde, non dialoga, non parla.
ma se tu non sei tu e io non sono io
allora è solitudine perfetta:
non la molesti mai l’inutile esercizio
che presta ascolto e pone una domanda,
ché non si fa l’analisi del testo
quando intuisci qualche nostalgia.
intanto basterebbe si capisse
se chi parla sa quello che dice
o se dice a se stesso, non volendo,
qualcosa che non sa.

9 pensieri su “intanto basterebbe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.