Una donna di marmo nell’aiuola

«… Tutto il libro si rivela dunque un cammino che esplora senza paura i tanti aspetti del buio che ci sommerge, una voce familiare che sembra prenderci per mano, che ci lascia pure una sua ultima accorata richiesta di perdono e infine lancia una sorta di aperta profezia, che la vita forse sarà sempre un mendicare il sogno dei folli e dei poeti. (n. 49)»
[dalla Introduzione di Annamaria Ferramosca}

Libro Cristina

IN PARTI UGUALI

Esiste forse la metà del tempo?
o la metà del buio?
entrambi sono interi
e si può stare in luoghi oscuri
scritti nero su nero
o nel chiarore di quadranti
cifre di luce in luce.

Nei transiti ipogei di notti tristi
nel sottosuolo di menzogne dove
si scambiano per stelle i bulbi delle calle
la verità si arrende.

Andremo allora
affamati di sole
a sospettarci ancora vivi
per altre mille eternità.

tratta da Cristina Bove, Una donna di marmo nell’aiuola, Campanotto Editore, 2019 (n. 42, p. 63)