Distanza – di Cristina Bove

 

Distanza

Dalle cose del mondo
e dai proclami-lame su misura
benché si affievolisca ogni rivalsa
andare via
lontano da tristezza e malamore
ché non si torna indietro
se già si apprese a proseguire
a desideri spenti e dell’amore
poche parole appena percettibili
quasi tacere.

tratta da La simmetria del vuoto, Arcipelago Itaca, 2018

 

Annunci

magic

 
una poesia di Cristina Bove
 

L’assetto

Fermo sulla stadera il peso morto
controbilancia un falso macroscopico
benché l’estrema copertura regga
sessantaquattro chili d’imballaggio

l’angelo veste fiori di lillà
redige l’atto notarile
certificante un esito qualunque
lo stato di prenascita o postmorte
ed in entrambi i casi
totale garanzia d’inesistenza

si resta in forse
accoccolati nelle proprie braccia
sospesi nello spazio relativo
d’una protratta pausa tra due suoni

a garanzia di persistenza
un ghirigoro di pensiero
mentre
 
https://ancorapoesia.wordpress.com/2015/04/18/lassetto/
 
 

… e un mio piccolo omaggio alla sua “magia”