sembra così a caso

 

 

tutte parole che hanno detto d’altro
e tralasciato altrove
a dare spazio al tempo risicato,
ma qui è monolocale
è tutto accatastato
in un (dis)ordine mentale
che non si riconosce come appare:
sembra così a caso,
ma quanto mi somiglia.

 

 

Annunci

com’è giusto che sia

 

non è rimasto quasi niente, com’è giusto che sia
per me che non ho lasciti da fare
e neanche proiezioni di valore
su cose già archiviate
con l’etichetta dei ricordi
o d’invenzione.
adesso ho pure smesso
di catalogare
e il mio disordine lo lascio lì com’è.
ci sarebbe da riordinare un’altra stanza
ma non merita che ci si metta mano:
è dove si è riempito di sciocchezze
il vuoto che ha lasciato ogni mancanza.