plenilunio

 

 

 

 

 

al prossimo plenilunio chiuderò le imposte:
ogni parola umida di luna
lascia una traccia che non si secca al sole.

 

 

 

Annunci

fa che qualcosa basti

fa che qualcosa basti
a sostenere i giorni,
che mi sorregga i fianchi, le mani
ed un pensiero
– uno qualunque è buono per restare – 
 
non sto a pregare santi in paradiso
mi viene un po’ da ridere, ma provo con la luna

eidolon

(foto ed elaborazione di luciana riommi)

(foto ed elaborazione di luciana riommi)

 

assolata di luna
– notte –
e fiume di parole
a tracimare d’aria
un’aria troppo chiara :
eidolon
– vivo o morto? –
assetato di polvere e liquore :
battere d’ali
mentre succhia
l’emorragia celata sotto pelle
nelle arterie resecate
dall’usura
ormai
di troppa madre – inaridita –
e terra

se pensassi

(Picasso, Donna con le mani giunte)

(Picasso, Donna con le mani giunte)

di Luciana Riommi

se pensassi che sia stata un’afflizione
questo arrangiarsi tra silenzi e luna
smentirei
il colore di uno sguardo   nato scuro
tra pieghe d’ombra e luce in bianco e nero
ma aver dipinto ad acqua
fantasia
di un’altra lingua e d’altra omonimia